LE DETRAZIONI PER LE SPESE DI ISTRUZIONE

Abbiamo visto in altri post come funziona il meccanismo delle detrazioni, e analizzato in dettaglio le detrazioni per canoni di locazione e quelle per spese mediche.

Oggi invece parliamo di un’altra tipologia di detrazione legata ad una tipologia di spesa molto diffusa, ovvero le detrazioni per le spese di istruzione.

Dobbiamo innanzitutto distinguere fra due grandi categorie, ovvero le spese di istruzione universitaria e quelle di istruzione non universitaria.

LA DETRAZIONE PER SPESE DI ISTRUZIONE UNIVERSITARIA
Nel primo caso, le spese ammesse alla detrazione sono quelle sostenute per la frequenza di corsi di laurea, corsi di perfezionamento e/o di specializzazione universitaria, master universitari, corsi di dottorato di ricerca. I corsi possono essere svolti presso università statali e non statali, italiane o straniere.

Le tipologie di spesa ammesse alla detrazione sono le tasse di immatricolazione ed iscrizione (anche per gli studenti fuori corso), le soprattasse per esami di profitto e laurea, le spese di partecipazione ai test di accesso ai corsi di laurea e le spese per la frequenza di alcuni tirocini formativi.

Non rientrano invece fra le spese agevolabili quelle sostenute per l’acquisto di libri e altro materiale, cancelleria, vitto e alloggio (che però potrebbe rientrare nella detrazione per canoni di locazione), trasporti ecc.

La detrazione del 19% è calcolata sull’intera spesa sostenuta se l’università frequentata è statale. Se invece si tratta di un ateneo privato, occorre fare riferimento ad un decreto ministeriale emanato annualmente, che determina l’importo massimo delle spese detraibili per ciascuna facoltà e area geografica italiana (nord, centro, sud e isole).
Nel caso in cui l’università frequentata sia estera, occorre prendere a riferimento l’area geografica del domicilio fiscale.

Nel caso di università telematiche si fa invece riferimento alla sede legale dell’università.

LA DETRAZIONE PER SPESE DI ISTRUZIONE NON UNIVERSITARIA
Per quanto riguarda invece le spese di istruzione non universitaria, la detrazione spetta in relazione alle spese per la frequenza di:
  • scuole dell’infanzia (scuole materne);
  • scuole primarie e scuole secondarie di primo grado (scuole elementari e medie);
  • scuole secondarie di secondo grado (scuola superiore);
    sia statali sia paritarie private e degli enti locali.

Tra le spese ammesse alla detrazione rientrano le tasse di iscrizione e di frequenza e i contributi obbligatori. Vi rientrano, inoltre, i contributi volontari e le erogazioni liberali deliberati dagli istituti scolastici o dai loro organi e sostenuti per la frequenza scolastica. Si tratta, ad esempio, delle spese per la mensa scolastica e per gli altri servizi scolastici integrativi quali l’assistenza al pasto e il pre e post scuola.

Sono inoltre ammesse alla detrazione le spese per le gite scolastiche, per l’assicurazione della scuola e ogni altro contributo scolastico finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa (ad esempio corsi di lingua, teatro, ecc., svolti anche al di fuori dell’orario scolastico e senza obbligo di frequenza).

Come nel caso delle spese universitarie, non sono ammesse alla detrazione le spese per libri di testo e altro materiale scolastico, cancelleria e mezzi di trasporto.

Il limite massimo di spesa sul quale spetta la detrazione del 19% è stato innalzato a 717 euro per le spese sostenute nel 2017. Questo importo aumenterà ulteriormente fino a 786 euro nel 2018 e a 800 euro nel 2019.

LE SPESE PER GLI ASILI NIDO
Infine, è prevista una specifica detrazione per le spese sostenute dai genitori per la retta degli asili nido.

In questo caso, la spesa massima sulla quale calcolare la detrazione del 19% è di euro 632, e può essere stata sostenuta sia in asili nido pubblici che privati.

Nelle prossime settimane vedremo ancora altre tipologie di spese detraibili. Per qualsiasi curiosità potete contattarmi o commentare qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *