Come iniziare il tuo business online

È da un po’ che hai un’idea per un nuovo business online, e finalmente hai deciso di lanciarti! Ma cosa devi fare in concreto per aprire il tuo business online?

Gli step da seguire sono in gran parte gli stessi di un qualsiasi business tradizionale. Devi però prestare attenzione ad alcuni aspetti specifici. Ma andiamo con ordine.

Il business plan

La prima cosa che devi fare è pianificare bene, approfondendo tutti gli aspetti del business che andrai a creare. Questo piano è il business plan, che ha una parte di strategia e marketing, e una parte finanziaria.

Devi innanzitutto studiare il settore in cui andrai a operare, quali saranno i tuoi concorrenti, chi saranno i tuoi clienti. Se vuoi avviare un business online, anche i tuoi concorrenti e i tuoi clienti sono online, quindi non hai scuse. Le informazioni che ti servono sono tutte lì, devi solo raccoglierle.

A questo punto, puoi decidere la tua strategia: cosa vuoi vendere? a chi? come? con quali prezzi? Cerca di mettere più dettagli possibili, più preciso sarà questo lavoro, più semplice sarà la seconda parte del business plan.

Ora che hai completato la prima fase del business plan, la tua strategia può tradursi in numeri: fai un piano delle entrate e delle uscite che avrai nei primi mesi e anni del tuo business online. Questo passaggio spesso spaventa, ma non si tratta di un esercizio impossibile. Se hai fatto bene la prima parte, hai tutte le informazioni che ti servono.

Dal piano di entrate e uscite puoi capire se la tua idea, così com’è, è sostenibile. Cosa significa? Significa che il reddito che puoi ricavare dal tuo business online è in linea con le tue aspettative. Quindi, innanzitutto, ti consente di avere un guadagno sufficiente a coprire le spese che dovrai sostenere, sia quelle relative alla tua nuova attività, sia quelle della tua vita privata.

Se il risultato non ti soddisfa, devi ripartire dalla prima parte del business plan, e capire cosa puoi modificare per migliorare i risultati economici. Ripeti questo esercizio in modo circolare fino a che non trovi una strategia che ti dà un risultato che consideri soddisfacente. Solo a quel punto il tuo business online sarà davvero pronto a partire!

Aprire la partita IVA

Quando hai le idee chiare sul progetto che vuoi iniziare, e hai verificato che la tua idea è sostenibile, puoi partire con la parte burocratica, ovvero aprire la partita IVA e fare tutti gli altri adempimenti connessi. Qui hai due alternative: puoi affidarti a un commercialista, oppure fare tutto da solo.

In questo secondo caso, per evitare problemi difficili da gestire all’ultimo momento, ti consiglio di fare un elenco preciso di tutte le cose che devi fare per avviare la tua attività. Verifica quali pratiche devi presentare e per ciascuna verifica:

  • a quale ufficio la devi inviare
  • con che modalità: cartacea o telematica? ti servono firme digitali o abilitazioni particolari? ti serve un indirizzo PEC?
  • le scadenze: alcune pratiche vanno presentate prima dell’inizio dell’attività, alcune il giorno stesso, altre successivamente entro una certa scadenza
  • i costi: alcune pratiche sono gratuite, altre hanno un costo. Verifica anche se il pagamento avverrà contestualmente alla presentazione della pratica e con quale forma, o se invece devi effettuare dei pagamenti in anticipo (bonifici, bollettini, acquisto di marche da bollo, ecc.)
  • quali dati devi fornire: assicurati di avere a disposizione tutti le informazioni che devi dare e i documenti che devi allegare, ad esempio riferimenti catastali o planimetrie dei locali, copia di titoli abilitativi, ecc.

Se apri un business online, dovrai fornire alcuni dati specifici, richiesti sia per le attività di commercio elettronico che per i servizi online.

Quando hai raccolto tutte le informazioni, prepara un elenco di tutte le pratiche, nell’ordine in cui le devi presentare, indicando il giorno in cui le presenterai, e verifica di avere a disposizione per tempo tutto quello che ti serve.

A questo punto, devi solo inviare il tutto! Se puoi, non aspettare l’ultimo momento perché purtroppo i problemi tecnici sono sempre dietro l’angolo, soprattutto se è la prima volta che presenti un certo tipo di pratica. I sistemi informatici dei vari enti pubblici non sono tutti efficienti e facili da usare, e non sempre il servizio di assistenza ti potrà rispondere immediatamente in caso di necessità.

L’organizzazione

Adesso che hai il tuo business plan, e hai la partita IVA, puoi partire davvero con il tuo business online!

Per partire bene, è necessaria un pochino di organizzazione. L’organizzazione riguarda tantissimi aspetti: il tuo spazio di lavoro (in casa o in un ufficio), la gestione del tempo ecc. Ma io ti voglio parlare di un aspetto che riguarda più da vicino il mio lavoro, ovvero l’organizzazione degli aspetti burocratici del tuo lavoro.

Probabilmente, non ti entusiasma l’idea di fare fatture e gestire i pagamenti. Non mi sorprende, nemmeno per me è la parte preferita del mio lavoro!

Se affronti questi aspetti con la giusta organizzazione però, vedrai che non ti peseranno così tanto! Ti do qualche consiglio per partire con il piede giusto:

  • Fissa dei momenti prestabiliti in cui ogni settimana ti occuperai degli aspetti burocratici: fare le fatture, verificare gli incassi, fare i pagamenti in scadenza, tenere la contabilità delle tue entrate e uscite.
  • Verifica bene come devi predisporre le tue fatture PRIMA di doverne fare qualcuna! Non sempre i facsimili che si trovano online sono giusti per tutti i casi, quindi per non sbagliare ti consiglio di chiedere a un esperto, come un commercialista, di verificare se la tua impostazione è corretta. Ricorda che gli e-commerce hanno delle regole particolari da seguire in termini fatture e corrispettivi.
  • Prepara un sistema di archiviazione progettato su misura per te. Può essere un raccoglitore o una cartellina sul computer, l’importante è che questo sistema funzioni. In questo archivio andrai a inserire tutti i documenti burocratici, suddivisi per tipologia: fatture emesse e ricevute, ricevute dei pagamenti, copia delle varie pratiche che hai presentato, ecc. Costruire il sistema con anticipo, ti consentirà di ridurre i fogli sparsi che non sai bene dove mettere, e che rischi quindi di perdere.

Il monitoraggio

Ora che il tuo business online è partito, quello che devi fare è monitorare con costanza come sta andando. Ovvero, devi verificare se stai seguendo quello che avevi messo nel business plan, oppure no.

Se è la prima volta che fai un business plan, è facile che su qualche aspetto le tue previsione fossero un po’ fuori strada. Ma non preoccuparti, fare il business plan non è una tecnica che si può imparare teoricamente, occorre fare un po’ di pratica prima di impadronirsi di questo strumento.

Il mio consiglio è quello di monitorare periodicamente, diciamo una volta al mese, quello che succede, e confrontarlo con quello che avevi messo nel business plan. Le entrate rispettano quello che ti aspettavi? Ci sono dei costi che non avevi previsto?

Se da questo confronto ti accorgi che alcune voci le hai previste male, correggi il business plan dei mesi successivi, così da lavorare sempre su un piano che sia il più preciso possibile.

Per approfondire questi aspetti, ti consiglio di dare un’occhiata agli altri articolo a tema budget e pianificazione.

GIULIA RONCORONI

Sono Giulia Roncoroni e il mio lavoro è accompagnarti nel lancio e nello sviluppo della tua idea di business.
Il mio obiettivo è far sì che le preoccupazioni e le difficoltà della partita Iva abbiano il più piccolo impatto possibile sulla tua quotidianità.
Così che tu possa usare il tuo tempo e le tue energie per sviluppare le tue idee e le tue creazioni, fare felici i tuoi clienti e, perché no, vivere la tua vita!